Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Il maggio radioso

La firma del Trattato di Londra avviene all'insaputa sia del Parlamento sia dei vertici militari provocando così, nel maggio del 1915, non poche tensioni a livello politico e sociale. Salandra, dopo aver interrotto le trattative con l'Austria-Ungheria, comunica al Consiglio dei Ministri di voler sottoporre la richiesta di poteri eccezionali al Parlamento. Inoltre viene riconosciuta l'opportunità di informare le autorità politiche principali, tra cui l'ex Primo Ministro e leader liberale Giovanni Giolitti. L'entrata in guerra è uno dei momenti chiave della storia nazionale. Con questa decisione il Regno d’Italia sceglie di entrare attivamente nella storia mondiale per ritagliarsi quello status di grande potenza nell'area adriatica e balcanica sempre ambito.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo